Pioppo: albero degli equinozi – Ogham Eadhadh

Cosa sono gli Ogham? SCOPRILO QUI

IL PIOPPO NEL MITO, NELLE LEGGENDE E NEL FOLKLORE

Il nome latino del pioppo è “populus tremula” che significa proprio pioppo tremante perché le foglie del pioppo sembrano tremare al vento. Nella mitologia celtica si diceva che questo effetto fosse dovuto al fatto che l’albero comunicava con l’Altromondo. Le foglie tremanti aiutavano il vento a parlare con gli antenati mentre portavano anche doni di ispirazione e poesia. Per questi motivi il pioppo era talvolta conosciuto come l’albero che sussurra.

 

 

In Inghilterra, ancora oggi, si dice che per sapere se verrà pioggia, basti stare sotto un pioppo. Se le foglie fanno un forte rumore o tintinnio, presto ci saranno forti piogge.

I cristiani, conoscendo probabilmente molto bene l’utilizzo protettivo e di messaggero che si faceva del pioppo, lo bollarono come maligno. Avevano infatti, la brutta abitudine di bollare come maligni tutti quegli alberi che erano sacri per coloro che amavano la natura.

Quindi, come molti altri alberi, il pioppo fu additato per aver fornito il legname per la croce della crocifissione e, proprio per questo trema ancora oggi di vergogna. Subì un tale sdegno, che, ancora in tempi abbastanza recenti, si potevano vedere persone lanciare pietre contro i pioppi.

Nell’Inghilterra settentrionale, i lunghi amenti di pioppo nero erano chiamati “Devil’s Fingers” e potevano portare disastri se raccolti o addirittura toccati.

 

Essendo un albero legato alla protezione, il suo legno veniva utilizzato per la costruzione degli scudi, non perché fosse il legno più duro e resistente, ma perché assicurava protezione, soprattutto spirituale. Un ramoscello o una striscia di corteccia a rombi infilata sotto il cuscino si dice porti notti tranquille senza preoccupazioni.

Corone di foglie di pioppo sono state trovate in antichi cimiteri. Si pensa fossero usate per aiutare i morti nel loro cammino verso la rinascita. A tal proposito, bacchette di pioppo, in epoca celtica, erano utilizzate a scopo funerario. Una bacchetta di pioppo, chiamata Fé nel Glossario di Cormac, serviva infatti per misurare sia i corpi dei defunti che le bare ed era creata esclusivamente dai druidi, che incidevano su di essa delle lettere ogamiche.

UTILIZZO DEL PIOPPO IN ANTICHITÀ

PER CURARE

Il pioppo è utile anche dal punto di vista curativo.

Le gemme, raccolte in primavera, sono astringenti.

La corteccia, raccolta in autunno, è febbrifuga.

UTILIZZO MAGICO

Nella magia popolare, si credeva che sia il pioppo bianco che il pioppo tremulo curassero la febbre, i tremiti e la paralisi, proprio per associazione al suo tremore.

 

Se l’argomento OGHAM ti interessa, dal 2021 io e Efrem Briatore, guida ambientale escursionista ed esperto in meditazione e riconnessioni, abbiamo creato un videocorso sull’Ogham, per conoscere gli alberi legati all’alfabeto arboreo, sia dal loro punto di vista simbolico e dell’utilizzo che i celti ne facevano, attraverso i miti e le leggende, sia attraverso la conoscenza dell’energia dell’albero a cui è legato.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.